VIP

Teoria della stima


Uno stimatore (o algoritmo di stima) e una` funzione f(·) che associa ai dati un valore della grandezza da stimare: ϑ(t) = f(d) Per stima si intende il particolare valore assunto dallo stimatore in corrispondenza ai particolari dati osservati. Teoria della Stima 2.



Descripción del libro

Libro condiviso dall'utente
Kenneth Zimmerman

Teoria della stima traduzione nel dizionario italiano - inglese a Glosbe, dizionario online, gratuitamente. Sfoglia parole milioni e frasi in tutte le lingue. La teoria della stima è un ramo della statistica e dell'elaborazione numerica dei segnali che ha come obiettivo la stima di parametri, scalari o vettoriali, a partire da dati misurati/empirici, la cui distribuzione è influenzata dai valori effettivi assunti da tali parametri. Elementi di teoria della stima parametrica A(d*) = ∫ Ω R(d * ; θ) dθ = ∈ Ω dD minR(d ; θ) dθ Cioè quello stimatore d* il cui rischio, al variare di θ, ha area minima. Que-sto metodo di stima ha il limite di individuare come stimatore ottimale sti-matori che da un punto . La teoria della stima è un ramo della statistica e dell'elaborazione numerica dei segnali che ha come obiettivo la stima di parametri, scalari o vettoriali, a partire da dati misurati/empirici, la cui distribuzione è influenzata dai valori effettivi assunti da tali parametri. Uno stimatore è una funzione deterministica dei dati misurati, che, in relazione ad un determinato criterio di. Teoria della stima è una branca della statistica che si occupa di stimare i valori dei parametri in base ai dati empirici misura che ha una componente casuale. I parametri descrivono un ambiente fisico sottostante in modo tale che il loro valore influenza la distribuzione dei dati misurati. Teoria della stima. [Giampiero Landenna; Pieralda Ferrari; Donata Marasini] Home. WorldCat Home About WorldCat Help. Search. Search for Library Items Search for Lists Search for Contacts Search for a Library. Create lists, bibliographies and reviews: or Search WorldCat. Find items in. TEORIA DELLA STIMA Michele TARAGNA Dipartimento di Automatica e Informatica Politecnico di Torino [email protected] Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Informatica Modulo di “Analisi, Stima e Previsione di Dati”. Teoria della stima Nella teoria della stima, si distingue tra stima puntuale, nella quale si giunge alla determinazione di un solo valore numerico per il parametro (v.) q, e stima intervallare, nella quale si costruisce un intervallo, anziché un punto, che con fiducia prefissata includa il parametro da apartmani-anika.com la stima dei parametri si fa riferimento a diversi metodi: metodo dei minimi. Teoria della stima per gli attuali sistemi di signal processing Elaborazione e l’estrazione di informazione da un insieme di dati. Esempi: • Radar • Sonar • Riconoscimento vocale • Analisi di immagini 2. STIMA SPETTRALE Metodo diretto (Periodogramma) e indiretto (Correlogramma). Metodi non parametrici (di Bartlett, di Welch, di Blackman-Tukey). Metodi parametrici basati sui modelli AR. Testi di riferimento: L. Verrazzani, La teoria della decisione e della stima nelle applicazioni di telecomunicazione, Edizioni ETS, Pisa, Teoria dei Fenomeni Aleatori AA /13 Docenti: Gaspare Galati – Gabriele Pavan 1 Teoria della Stima Definizione e Caratteristiche degli Stimatori Data una v.a. X la cui legge dipende da un parametro Obiettivo della stima per intervalli è minimizzare. Page précédente: Dizionario di albanese. Albanese-italiano, italiano-albanese
Page suivante: L enigma del Cobra Reale...


Raccomandazioni basate su Lover per contratto – Helen Bianchin